Un fantastico rimedio casalingo utile al benessere fisico

Un fantastico rimedio casalingo utile al benessere fisico

 

Da sempre conosciuto come rimedio casalingo, l’aceto di mele si rivela molto utile da tenere in dispensa per ogni evenienza. C’è chi lo usa al posto dello shampoo per conferire lucentezza alla propria chioma, chi per guarire da un brutto raffreddore o dal mal di gola, ochi lo diluisce in un bicchiere d’acqua e lo sorseggia, sperando che faciliti la tanto desiderata perdita di peso. Ottenuto dalla fermentazione del sidro di mele, può essere utilizzato come condimento alternativo al più comune aceto di vino, in quanto presenta un sapore più dolce e delicato.

Quali sono le sue caratteristiche nutrizionali e i suoi benefici?

L’aceto di mele è un rimedio casalingo che ha un limitato apporto calorico (solo 20 Kcal su 100 grammi di prodotto), ciò vuol dire che può essere utilizzato, nelle giuste quantità, come condimento anche in caso di diete a regime calorico ristretto. Contiene minerali quali fosforo, calcio, magnesio e potassio, ed è una buona fonte di fibre idrosolubili, grazie al suo contenuto in pectina. Nonostante manchino ancora studi degni di nota sull’uomo, sono stati dimostrati sugli animali numerosi effetti benefici per la salute. L’assunzione di aceto di mele, aiuta a raggiungere più velocemente il senso di sazietà e a tenere sotto controllo i livelli di glucosio e insulina nel sangue, nonché i valori del colesterolo e dei trigliceridi. Possiede inoltre spiccate proprietà antiossidanti, difendendoci dall’eccesso di radicali liberi, ed agisce da valido antimicrobico contro virus, batteri, funghi e parassiti, per il suo contenuto in acido acetico ed acido malico.

Ci sono controindicazioni per questo rimedio casalingo?

Sebbene possieda numerose proprietà benefiche per la nostra salute, è anche vero che consumarne troppo potrebbe dare degli effetti indesiderati. Come tutte le bevande acide, l’aceto di mele potrebbe corrodere lo smalto dei denti, quindi bisogna far attenzione a non esagerare con la dose di assunzione e a lavare accuratamente i denti dopo il suo consumo. Degli studi hanno rivelato che sarebbe meglio non consumarne se si soffre di diabete di tipo 1 per evitare problemi gastrointestinali, e se si assumono alcune tipologie di farmaci con cui potrebbe esservi interferenza, tra cui i diuretici.

Pur non rientrando nelle casistiche appena citate, in ogni caso si consiglia di non superare la quantità di due cucchiai al giorno di aceto di mele, per poterlo consumare in totale sicurezza. Le pozioni magiche purtroppo non esistono! L’aceto di mele rappresenta un valido aiuto in cucina e in svariati altri campi, ma ovviamente non si tratta di un ingrediente miracoloso.

Non dimentichiamo mai che per preservare il nostro stato di salute è fondamentale perseguireuno stile di vita sano, che comprenda un’alimentazione corretta e bilanciata ed attività fisica costante.

 

Dott.ssa Laura De Carolis

Master di II livello in Alimentazione e Nutrizione Umana

Laurea magistrale in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana

 

 

Riferimenti bibliografici:

-Authenticatingapplecidervinegar’s home remedyclaims: antibacterial, antifungal, antiviralproperties and cytotoxicityaspect. Gopal J, Anthonydhason V, Muthu M, Gansukh E, Jung S, Chul S, Iyyakkannu S. NatProd Res. 2019 Mar;33(6):906-910

-Apple CiderVinegarAttenuatesOxidative Stress and Reduces the Risk of Obesity in High-Fat-Fed Male WistarRats. Halima BH, Sonia G, Sarra K, Houda BJ, Fethi BS, Abdallah A. J MedFood. 2018 Jan;21(1):70-80

-Anti-obesogeniceffect of applecidervinegar in ratssubjected to a high fatdiet. Bouderbala H, Kaddouri H, Kheroua O, Saidi D. AnnCardiolAngeiol (Paris). 2016 Jun;65(3):208-13

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da copyrigth