Se desideri realizzare un sogno, leggi la parabola della nuvola

Se desideri realizzare un sogno, leggi la parabola della nuvola

Realizzare un sogno è una delle sensazioni più incredibili ed appaganti che si possano provare. I desideri, infatti, rappresentano una delle poche cose in grado di dare un senso concreto alla nostra esistenza.

Tanti sperano di conseguire i loro obiettivi, tuttavia, pochi sono realmente disposti a faticare pur di raggiungerli. Spesso le persone si limitano a pensare, ad immaginare come sarebbe potuta essere la loro vita se solo quel loro desiderio si fosse avverato. Continuano ad attendere e a rinviare il momento del passaggio all’azione, perdendo però di vista lo scorrere inesorabile del tempo.

Oggi vogliamo proporvi questa breve parabola Zen. Leggendola attentamente potrete capire che, per riuscire a realizzare un sogno, è necessario smetterla di stare con le mani in mano.

Qui di seguito, ecco la parabola.

LA PARABOLA DELLA NUVOLA

Una mattina, nel bel mezzo della stagione estiva, il signor Amal, un contadino indiano di mezz’età, appoggiò la sua zappa a terra e interruppe il suo quotidiano lavoro.

Egli, mentre era intento ad asciugarsi il sudore dalla fronte, aveva inavvertitamente alzato gli occhi al cielo, notando così una grande nuvola poco distante dal suo campo. Il suo primo pensiero fu quello di smettere di lavorare sotto il Sole cocente ed attendere il passaggio della nuvola, in modo tale da riuscire a lavorare all’ombra.

realizzare un sogno

Nel frattempo passarono circa 30 minuti, ma ciò nonostante la situazione rimase pressoché immutata. Passò un’ora, poi 2 ore, sino a trascorrere tutto il pomeriggio, ma dell’ombra nessuna traccia. Il contadino aveva atteso invano nella sua casetta tutto il dì, speranzoso di poter evitare i caldi raggi solari e di faticare il meno possibile.

Tuttavia, la nuvola gli giocò un brutto scherzo: si rifiutò di assecondare la sua volontà e di coprire il Sole, lasciando quest’ultimo libero di splendere e di scaldare il paesaggio circostante.

I piani dell’uomo vennero scombinati totalmente e lui, di conseguenza, perse solamente del prezioso tempo. Infatti, trascorse quel giorno nella totale frustrazione, consapevole di non aver raccolto nulla e del fatto che, il giorno seguente, avrebbe faticato doppiamente per recuperare.

PER REALIZZARE UN SOGNO SERVE L’AZIONE, NON L’ATTESA

La parabola della nuvola ci insegna una lezione molto importante: non bisogna mai aspettare che succeda qualcosa di favorevole, che si verifichi un miracolo o che qualcuno di esterno decida di darci una mano.

Se continuerete a pensare in questo modo, rimarrete inevitabilmente scontenti, proprio come il contadino indiano. Attenderete inutilmente un qualcosa che mai si verificherà e, alla fin dei conti, vi ritroverete al punto di aver sprecato del prezioso tempo, senza avere alcuna possibilità di poterlo riavvolgere.

Perciò, impara dall’errore commesso dal contadino e non aspettare anche tu che la nuvola copra il Sole. Se desideri davvero raggiungere qualcosa, inizia a camminare e vai a prendertela. Perché nessuno ti regalerà mai niente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da copyrigth