Scegli una casa e scopri quale emozione tossica alberga nel tuo cuore

Scegli una casa e scopri quale emozione tossica alberga nel tuo cuore

Nel tuo cuore è presente un’emozione tossica che lo sta contaminando giorno dopo giorno, nascondendone i pregi più belli.

Tu sei un essere carico di amore, ma i problemi della vita stanno purtroppo prendendo il sopravvento e modificando questa tua predisposizione congenita.

In questo articolo ti rivelerò l’emozione tossica che alberga silente nel tuo cuore, in modo tale da risvegliare la tua consapevolezza ed iniziare il processo di guarigione.

Il primo passo, infatti, è individuare il problema ed esserne consapevoli. Una volta fatto ciò, potrai concentrare tutta la tua attenzione sul veleno e provare ad espellerlo giornalmente.

Scegli ora una casa e scopri qual è l’antidoto di cui hai bisogno per guarire:

SE HAI SCELTO LA CASA NUMERO 1

L’emozione tossica che alberga nel tuo cuore è la paura. Sei terrorizzato dai cambiamenti, dall’insicurezza e la tua mente elabora costantemente pensieri nocivi e paranoie. Sei quel genere di persona che pensa troppo, che cerca di analizzare tutte le variabili possibili prima di muovere anche un solo passo.

Voglio darti un consiglio: sii meno razionale. Pensare troppo è una malattia, il cui effetto collaterale consiste nel risucchiarti l’entusiasmo verso la vita. Promettimi che, a partire da oggi, ti sforzerai di seguire maggiormente il tuo cuore e meno la tua mente.

Non pensare sempre e solo alle eventuali conseguenze di un tuo gesto, soprattutto se senti che quel gesto potrebbe donarti felicità. Agisci di più e pensa di meno. Fai tue queste parole. Rendile un tuo mantra.

SE HAI SCELTO LA CASA NUMERO 2, ECCO L’EMOZIONE TOSSICA CHE ALBERGA NEL TUO CUORE

Mi sto riferendo all’apatia. Dentro di te è in atto un processo pericoloso, il cui risultato finale è l’incapacità di vedere la realtà nella sua vera essenza. È come se ci fosse un velo al tuo interno che divide la tua mente dal tuo spirito.

È questo il motivo per il quale ancora non comprendi molte dinamiche di te stesso e non hai individuato lo scopo della tua vita. Il consiglio che mi sento di darti è quello di iniziare ad osservare con nuovi occhi il mondo, in particolare la natura.

Soffermati a guardare e ad ascoltare gli animali, le piante, il rumore del vento e sii consapevole che sei parte integrante di questo meraviglioso processo naturale.

Quando ti emozionerà anche semplicemente vedere un uccello volare libero e felice nel cielo, allora vorrà dire che avrai buttato via il paraocchi con il quale hai sempre vissuto. Quando ti renderai conto che per essere felici non serve avere l’impossibile ma è semplicemente necessario soffermarsi ad ammirare le piccole cose, allora sarai arrivato.

Sarai libero da quella nauseante apatia e ritroverai il sorriso nella quotidianità.

SE HAI SCELTO LA CASA NUMERO 3:

L’emozione tossica che alberga all’interno del tuo cuore è la rabbia. È in atto una tempesta dentro di te, ed è questo il motivo della tua inquietudine e della tua frustrazione. Inconsciamente ti senti una vittima, un bersaglio preso di mira ingiustamente dalla sfortuna e, per questo motivo, la maledici spesso e volentieri.

Tuttavia, lascia che ti dica una cosa: i problemi ci sono stati, ci sono tuttora e ci saranno anche dopo. Prendi consapevolezza di questo fatto, perché la vita è una corsa ad ostacoli. 3 cose puoi fare:

-Fermarti e interrompere la corsa, in modo tale da evitare ulteriori cadute;

– Proseguire la corsa tenendo gli occhi chiusi, inciampando continuamente negli ostacoli e sanguinando ad ogni caduta;

– Oppure potresti prendere atto delle precedenti esperienze, analizzare gli ostacoli e continuare la corsa tenendo gli occhi ben aperti.

La scelta sta a te, ma ovviamente ti consiglio di prendere in considerazione l’ultimo punto. Non farti travolgere dalle problematiche e non accumulare risentimento verso la vita.

Liberati della rabbia, altrimenti rovinerà ogni tappa del tuo viaggio, e continua il tuo percorso a cuor leggero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da copyrigth