Scegli d’istinto una sequenza di numeri. Sto per dirti qualcosa che riguarda il tuo presente:

Scegli d’istinto una sequenza di numeri. Sto per dirti qualcosa che riguarda il tuo presente:

Questo consiglio riguarda il tuo presente, ovvero il solo libro sulle cui pagine puoi scrivere la restante parte della tua storia.

E allora leggilo e custodiscilo nei tuoi ricordi. Così, anche quando incapperai in momenti bui, potrai aprire il tuo cassetto della memoria e rispolverare ciò che ti occorre per uscirne.


SE HAI SCELTO LA SEQUENZA 222:

Ad oggi, credo che il tuo più grande problema sia l’assenza di fiducia in te stesso.

Ricordati che il tuo più grande maestro è già dentro di te; semplicemente ti occorre risvegliarlo e rendergli onore con la disciplina della conoscenza: leggi, medita, cibati in modo sano e consapevole e vedrai che il tuo lato spirituale prenderà il sopravvento.

In questo modo, sarai condotto dinnanzi a meraviglie inattese e vivrai letteralmente una nuova vita.

SE HAI SCELTO LA SEQUENZA 4444, ECCO IL CONSIGLIO CHE RIGUARDA IL TUO PRESENTE:

Ad oggi, credo che tu abbia innanzitutto bisogno di correggere il modo in cui cammini.

Normalmente, muovi i tuoi passi per il solo scopo di spostarti da un posto all’altro.

Ma ciò che devi fare è “meditare” mentre ti sposti, combinare il movimento delle gambe e dei piedi al processo di respirazione: durante l’inspirazione fai 3 passi, durante l’espirazione fanne 5.

In questo modo, procedendo con la camminata meditativa, armonizzerai mente, corpo e spirito e dileguerai molti dei tuoi problemi.

Serve camminare con “consapevolezza”, in quanto ogni passo equivale a toccare la Madre Terra.

Sfiorala con rispetto e amore e verrai nutrito con la medicina curativa della consapevolezza.

SE HAI SCELTO LA SEQUENZA 11, ECCO IL CONSIGLIO CHE RIGUARDA IL TUO PRESENTE:

Ricordati una cosa: rimorsi e rimpianti appartenenti a un’epoca passata non devono mai arrivare a condizionare anche l’epoca corrente. Tutto scorre e tutto fa vita.

Le cose belle, purtroppo, appassiscono e, al contempo, le cose brutte, fortunatamente, lasciano spazio alla fioritura delle cose belle.

Il processo è ineluttabile, ciclico e perenne, perciò occorre solamente accettarlo.

Se dunque stai soffrendo per una colpa passata, sappi che, a conti fatti, stai gettando le basi per un’esistenza fugace e priva di consistenza.

Sai perché ti dico questo? Perché la vita coincide con il presente, con il famoso “qui e ora”, ovvero l’unico istante nel quale si può agire e creare opportunità, emozioni e motivi per gioire.

Se anziché guardare avanti ti lasci travolgere dal dolore passato e continui a guardarti indietro, tutto quello che otterrai sarà una sfilza di occasioni perse.

Potenzialmente meravigliose, quello sì, ma sicuramente perse.

Perciò cerca di non rimuginare troppo su ciò che ormai non può più essere cambiato e fai del tuo meglio affinché la tua realtà attuale divenga quanto più colorata possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da copyrigth