Quando vi sentite soli e avete problemi in casa, fate questo:

Quando vi sentite soli e avete problemi in casa, fate questo:

Se avete problemi in casa irrisolti, sappiate che presto o tardi si tramuteranno in problemi esistenziali, generandovi stress, ansia, malinconia, paura, depressione e, nei casi peggiori, la somatizzazione può portare anche a spiacevoli problemi di salute.

Ma non esistono solamente i farmaci per far fronte ai disturbi psico-fisici.


Quelli servono per acquietare il sintomo finale, ma non prendono in considerazione la fonte del problema e, pertanto, la loro sospensione potrebbe favorire la ricomparsa futura di disturbi legati alle emozioni e al corpo.

PREVENIRE È MEGLIO CHE CURARE: IL RIMEDIO ORDINARIO CHE NON TI ASPETTI

Tutti gli esseri viventi sono campi energetici.

Emettiamo vibrazioni e, al contempo, le assorbiamo, creando un continuo scambio energetico invisibile alla vista ma chiaramente percepibile dalle nostre anime.

Tutto è vibrazione e, pertanto, occorre approfondire e interessarsi maggiormente al concetto di “suono”.

In Oriente non è per niente raro trovare all’interno delle abitazioni delle campane, specie quelle tibetane. Questo perché vige la credenza che il loro suono possa apportare misteriosi e potenti effetti benefici su tutto il nucleo familiare.

Più precisamente, si crede che le basse frequenze emesse da questi particolari oggetti provochino una forte reazione di rilassamento e, di conseguenza, un netto miglioramento dell’umore e dello stato emozionale dell’individuo.

I PROBLEMI IN CASA SONO SPESSO INVISIBILI: COLORA L’ATMOSFERA E L’UMORE CON IL POTERE DEL SUONO

Sin dall’antichità, molti popoli e culture consideravano il suono un alleato estremamente potente contro il male.

Gli antichi sacerdoti attaccavano i campanelli alle loro vesti, di modo che ogni singolo movimento generasse una vibrazione positiva e distendesse l’atmosfera.

Gli antichi slavi legavano un campanello alla culla dei bambini per proteggerli dal malocchio e dalle energie negative.

E ancora, sempre i genitori slavi facevano bere l’acqua ai loro figli direttamente dalla concavità di una piccola campana.

In sostanza, questa gamma di oggetti, al cui vertice (per criteri di importanza ed efficacia) si colloca la campana tibetana, sembrerebbe davvero indispensabile al quieto vivere di un individuo.

Il tintinnio di un campanello pare stimolare molto l’attività cerebrale, motivo per cui sin dai tempi più remoti venivano impiegate le campane per curare i disturbi emotivi degli adolescenti e, più in generale, per praticare la psicoterapia.

Sembrerebbe inoltre che meditare con il suono delle campane in sottofondo amplifichi il potere terapeutico poc’anzi descritto.

La congiunzione di questi due metodi, dunque, apporterebbe questi due ulteriori benefici:

– la riduzione dei livelli di aggressività e ira;

– la maggior percezione del piacere.

Quando vi sentite soli, stanchi nel corpo e nella mente e con misteriosi problemi in casa, ricordatevi di sfruttare il potere del suono delle campane. In tal modo, l’atmosfera che vi circonda e, soprattutto, quella che conservate dentro di voi verranno ripulite piuttosto rapidamente.

error: Contenuto protetto da copyrigth