Quale bottone premeresti all’istante? Ti darò un suggerimento prezioso per svoltare la tua routine giornaliera:

Quale bottone premeresti all’istante? Ti darò un suggerimento prezioso per svoltare la tua routine giornaliera:

A seconda del bottone che schiacceresti, ti impartirò un suggerimento molto utile.

Oggi ci occupiamo del passato e del futuro, rispettivamente i due archi temporali più discussi e presenti all’interno delle nostre teste.


bottone

La nostra attenzione, infatti, spesso e volentieri è rivolta a loro.

Pertanto, con questo test voglio dirti una cosa molto importante.

Scegli un’immagine e leggi il prezioso suggerimento:

SE HAI OPTATO PER L’IMMAGINE NUMERO 1:

Se premeresti all’istante il primo bottone, voglio ricordarti una cosa:

“Il problema è che la maggior parte di noi fatica a liberarsi del passato e si attacca morbosamente ad esso, rifiutando così l’idea che, con il tempo, qualcosa possa essere cambiato”.

In un certo senso, la natura transitoria dell’esistenza rappresenta una delle dinamiche più complesse da accettare. Tuttavia, comprendendo appieno questo concetto, ciascun individuo potrà smettere agevolmente di perpetuare in maniera inutile le proprie pene.

In questa vita, infatti, tutto è in costante movimento. Nulla resta immutato e chiunque non sia in grado di accettare questa teoria rimarrà inevitabilmente scottato nello scoprire la veridicità di tale principio.

Dunque, opporre resistenza al cambiamento rappresenta un inutile tentativo di sfuggire alla realtà. Ciò che ci rimane da fare, quindi, è accettare la natura dinamica di ogni cosa e imparare a coglierne il lato positivo.

Dopotutto, il rimpianto per una delusione passata potrebbe, con il tempo, trasformarsi in una gioia futura.

Infatti, grazie alla natura mutevole delle cose, molti tasselli che prima consideravamo fuori posto potrebbero riallinearsi in maniera naturale, fino ad arrivare a combaciare perfettamente.

Ricordati che tornare indietro è assolutamente impossibile e che rimuginare su quel che poteva essere rappresenta solamente un’ulteriore perdita di tempo.

Dopotutto il passato, come suggerisce la parola stessa, è ormai decorso e non poteva essere nient’altro, altrimenti lo sarebbe stato.

Vivi per quello che il presente ti offre e non per quello che il passato ti ha tolto. Preoccupati di sentirti vivo e non di sopravvivere.

SE INVECE SCHIACCERESTI IL BOTTONE NUMERO 2:

L’indomani è sempre un punto interrogativo, ed è proprio per questo motivo che siamo terribilmente attratti dalle questioni future.

Ci interroghiamo continuamente, ci poniamo domande senza ovviamente poter conoscere le risposte e questo genera in noi una forte sensazione di paura.

La curiosità di vedere anche solamente per un istante l’avvenire pervade la mente di ogni individuo, ma al tempo stesso lo scenario che si potrebbe scorgere spaventa dannatamente.

È proprio così che il futuro è divenuto, nel tempo, un vero e proprio tabù, un’espressione carica di misticismo, curiosità ma anche di timore e apprensione.

Tuttavia, ricordati bene che il futuro rappresenta semplicemente un arco temporale intangibile, il risultato delle nostre scelte attuate in un’epoca precedente, ovvero nel presente.

Tutto ciò che ha senso fare, dunque, è concentrare l’attenzione proprio sul momento presente, ovvero l’unico istante nel quale si ha la possibilità di dare una svolta al corso della propria esistenza.

Smettila di farti opprimere dalle angosce per un futuro incerto e inizia a vivere per quello che il presente ti offre. D’altronde, è lì che potrai scrivere le migliori pagine di questo strano libro chiamato vita.

error: Contenuto protetto da copyrigth