Qual è la prima lettera che hai visto? Ti darò un prezioso consiglio d’amore:

Qual è la prima lettera che hai visto? Ti darò un prezioso consiglio d’amore:

Dimmi quale lettera hai visto di primo acchito e un consiglio emotivo arriverà puntuale a scaldare la stanza del tuo cuore e a ripulire quella della tua anima.

Dimmi ora cos’hai notato ad impatto:


SE HAI VISTO DI PRIMO ACCHITO UNA “P”

“Pazienza” è la parola che dovrai imprimerti nella mente, nel cuore e nell’anima se vorrai stare bene.

Ricordati che la vita è una serie più o mena lunga di sottili “battaglie” psicologiche, di sali e scendi capaci di mettere in ginocchio anche i più tenaci e solidi.

Solo chi ha la pazienza di sopportare le difficoltà e gli ostacoli incombenti può dunque assaporare l’appagamento, la serenità e, in definitiva, la felicità.

SE D’IMPATTO HAI VISTO LA LETTERA “E”

“Empatia” è la parola, ma soprattutto l’emozione, che migliorerà drasticamente la tua vita.

Troppi alterchi, risentimenti e distacchi emotivi sorgono per via di una mancanza di empatia.

Questo sentimento, però, è presente in ognuno di noi, anche se troppo spesso rimane impolverato sotto altre emozioni, più superficiali e facilmente esperibili, come rabbia, orgoglio ed egoismo.

Ricordati che la felicità è sinonimo di condivisione, perciò condividi il tuo amore e presta il tuo aiuto a coloro che ne necessitano maggiormente.

SE HAI VISTO DI PRIMO ACCHITO UNA “R”

“Ridere” è l’abitudine che può salvarti persino dai periodi più bui e tristi.

Diversi studi hanno dimostrato nel tempo come un sorriso possa rafforzare drasticamente determinate componenti del nostro organismo:

– innanzitutto, riduce i livelli di stress e ansia;

– dopodiché, rafforza l’intero sistema cardiovascolare;

– infine, incrementa la produzione di anticorpi, migliora la capacità di ossigenazione e allevia le tensioni muscolari.

SE D’IMPATTO HAI VISTO LA LETTERA “A”

“Abbandono” è la parola che voglio trattare con te oggi. L’essere umano è un animale sociale che necessita dell’interazione con i suoi simili e di partecipare al processo di condivisione poc’anzi citato.

Premesso ciò, occorre specificare che il “senso di abbandono” varia a seconda dei livelli di amor proprio ed integrità psicologica, che peraltro sono l’uno la diretta conseguenza dell’altra.

Chi non rifiuta l’immagine che vede quotidianamente riflessa allo specchio e conosce bene il suo valore, avvertirà in minor misura le sensazioni di abbandono e di disorientamento, in quanto può godere giornalmente della compagnia di una persona fondamentale: se stessa.

Al contrario, chi vive immerso nell’insofferenza e nell’inconsapevolezza, e dunque non si pone al centro del processo vitale, non può che subire maggiormente gli effetti massacranti che l’esistenza, inevitabilmente e puntualmente, presenta.

SE D’IMPATTO HAI VISTO LA LETTERA “S”

“Senso di colpa” è la parola che voglio trattare con te oggi. Rimorsi e rimpianti appartenenti a un’epoca passata non devono mai arrivare a condizionare anche l’epoca corrente.

Tutto scorre e tutto fa vita. Le cose belle, purtroppo, appassiscono e, al contempo, le cose brutte, fortunatamente, lasciano spazio alla fioritura delle cose belle.

Il processo è ineluttabile, ciclico e perenne, perciò occorre solamente accettarlo.

Se dunque stai soffrendo per una colpa passata, indipendentemente che sia stato un gesto sbagliato o un’occasione persa, sappi che, a conti fatti, stai gettando le basi per un’esistenza fugace e priva di consistenza.

Sai perché ti dico questo? Perché la vita coincide con il presente, con il famoso “qui e ora”, ovvero l’unico istante nel quale si può agire e creare opportunità, emozioni e motivi per gioire.

Se anziché guardare avanti ti lasci travolgere dal dolore passato e continui a guardarti indietro, tutto quello che otterrai sarà una sfilza di occasioni perse.

Potenzialmente meravigliose, quello sì, ma sicuramente perse.

Perciò cerca di non rimuginare troppo su ciò che ormai non può più essere cambiato e fai del tuo meglio affinché la tua realtà attuale divenga quanto più colorata possibile.

error: Contenuto protetto da copyrigth