Per essere felice devi imparare ad ignorare molte cose

Per essere felice devi imparare ad ignorare molte cose

Secondo il Buddhismo, uno degli ingredienti principali che compongono la felicità consiste nell’ignorare molte cose e persone.

Spesso si crede che attorno a questa parola aleggi un significato necessariamente negativo, ma nella realtà dei fatti non è sempre così.

ignorare molte cose

In questo articolo non parleremo del disinteressamento dovuto alla superbia e al senso di superiorità, che è ovviamente un comportamento completamente errato e inconsapevole.

In Oriente, le persone più sagge hanno capito che ignorare molti aspetti della vita può, paradossalmente, far aprire gli occhi e condurre alla serenità interiore. Qui di seguito parleremo proprio di questo, ovvero del ruolo positivo che può ricopre questo atteggiamento.

LASCIARE ANDARE: GLI EFFETTI BENEFICI SECONDO IL BUDDHISMO

In Occidente lo definiamo “ignorare”, mentre in Oriente lo chiamano “lasciare andare”.

Questo termine significa semplicemente non permettere alle parole, agli atteggiamenti e ai comportamenti dannosi di altre persone di intaccare il proprio equilibrio interiore.

Si sceglie di ignorare, pertanto, non per vendicarsi o danneggiare gli altri, quanto per creare un involucro protettivo intorno a sé stessi.

IGNORARE MOLTE COSE E PERSONE: ECCO QUANDO È ASSOLUTAMENTE NECESSARIO FARLO

Crearsi una barriera, in sostanza, non è sempre sbagliato e controproducente. La cattiveria, infatti, è all’ordine del giorno e, pertanto, è necessario trovare un valido metodo per arginarla. Come visto poco fa, l’ignorare determinati aspetti della vita rappresenta la soluzione.

Ma quando è necessario innalzare questa barriera invisibile? Ecco, qui di seguito, le 2 principali situazioni dalle quali dovrai assolutamente proteggerti:

1. IMPARA AD IGNORARE LE CRITICHE DISTRUTTIVE:

Quando le critiche non sono costruttive ma mirano solamente a demoralizzarci, le dovremmo solamente ignorare. La migliore risposta alle cattiverie consiste nel praticare la compassione: non si risponde, non si contrattacca, né tantomeno si cerca di prevalere.

preghiera serenità

Semplicemente si prova compassione verso chi è così sofferente da voler ferire gli altri.

Questo comportamento Zen si acquisisce quando si comprende che le cattiverie nascono principalmente dalla paura.

Chi ha paura, infatti, attacca laddove teme di essere attaccato.

-Se qualcuno ti critica per il tuo aspetto fisico, è perché non è a suo agio con il suo corpo.

– Se qualcuno prova a sminuire un tuo sogno, è perché non crede più ai suoi.

– Se parla alle tue spalle, è perché teme di essere giudicato e criticato a sua volta.

Ogni forma di cattiveria cela una profonda debolezza. Più una persona è incattivita, più sta soffrendo.

Ora che lo sai, non permettere mai più alle cattiverie di qualcuno di toglierti il sorriso.

Quando ci proveranno, tu fermati, respira e ricordati che le loro parole non sono davvero rivolte a te, ma a loro stessi. Prova compassione per la loro sofferenza e impara a perdonare. Non perché lo meritano davvero, ma perché sei tu quello che ha diritto a vivere serenamente.

2. NON SOFFERMARE LA TUA ATTENZIONE SULLE CATTIVE AZIONI ALTRUI:

Ricordati che, come le critiche, anche le azioni tossiche altrui ti danneggiano solamente se tu stesso gliene dai la possibilità.

Se qualcuno ti fa un regalo e tu decidi di non accettarlo, quel regalo rimane di sua proprietà. Allo stesso modo, se non accetti le cattiverie e i comportamenti nocivi, quel veleno resta nel corpo di chi ha provato ad iniettartelo.

Ma se li accetti e ti fai trafiggere da essi, il veleno entra nel tuo corpo e genera rabbia. E la rabbia genera sofferenza in te e nelle persone che ti stanno intorno. Rifiuta le parole d’odio e le azioni vili e vedrai che il loro veleno non riuscirà mai più a contaminarti.

Quando ti senti demotivato e privo di energie, avvolto dall’ansia e dalle preoccupazioni, ricordati di ignorare molte cose. Pensa di meno e vivi di più, perché indipendentemente da cosa tu dica o faccia, la gente troverà sempre qualcosa su cui fare perno ed attaccarsi.

Ti criticheranno sempre e comunque. E allora tanto vale non dare troppo ascolto alle parole della gente e focalizzarti maggiormente su ciò che sussurra il tuo cuore. Fatti guidare da lui e segui il tuo istinto.

Vivi intensamente ogni singolo momento della tua esistenza perché, quando calerà il sipario, l’opera della tua vita terminerà comunque senza applausi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da copyrigth