Ogni dente è collegato a un organo e ogni dolore è associato a un disturbo:

Ogni dente è collegato a un organo e ogni dolore è associato a un disturbo:

Può sembrare strano, ma ogni dente è collegato a un organo specifico.

Questa è la ferma convinzione della medicina olistica, la quale sostiene che l’intero corpo sia strettamente interconnesso e che le disfunzioni di una specifica area possano intaccare anche altre zone apparentemente sconnesse dall’originario punto di malessere.


QUESTA RELAZIONE PARE ESISTA TRA ORGANI INTERNI E DENTI

L’odontoiatria olistica prende anche il nome di odontoiatria energetica, giacché – secondo tale ramo della medicina orientale – ciascun dente è parte di un circuito energetico.

In poche parole, osservando la vitalità dei nostri denti è possibile identificare lo stato di salute dei nostri organi interni.

Volgendo un attento sguardo alle nostre bocche, dunque, possiamo prevenire o comunque fermare sul nascere eventuali disfunzioni interne.

CORRISPONDENZA DENTE-ORGANO: VEDIAMOLA ASSIEME

– DOLORE ALL’INCISIVO LATERALE (SUPERIORE O INFERIORE): può essere indice di un’infezione. Solitamente, il problema è relativo ai reni, alla vescica oppure all’orecchio;

– MALE ALL’INCISIVO CENTRALE (SUPERIORE O INFERIORE): può indicare una tonsillite oppure l’infiammazione della ghiandola prostatica;

– DOLORE CRONICO AI CANINI: può essere indice di epatite o colecistite;

– MALE AI PREMOLARI: può segnalare una reazione allergica, uno squilibrio microbico, una polmonite oppure un’infiammazione del rivestimento interno del colon;

– DOLORE AL 4° DENTE (SUPERIORE O INFERIORE): può segnalare un problema ai gomiti, alla spalla, al ginocchio, una malattia del colon oppure una patologia infiammatoria (vedi l’artrite);

– MALE AI MOLARI SUPERIORI: può segnalare un problema di anemia, un’ulcera gastrica/duodenale, una gastrite/pancreatite cronica;

– DOLORE AI MOLARI INFERIORI: è un sintomo associabile alle vene varicose, a un polipo al colon, alla bronchite, alla polmonite e all’asma;

– MALE AL 6° DENTE INFERIORE: può essere indice di aterosclerosi, di problemi legati alle vene o alle arterie;

– DOLORE AL 6° DENTE SUPERIORE: è legato all’infiammazione delle ovaie, della ghiandola tiroidea e della milza, ma segnala anche la sinusite e un potenziale malanno alla faringe;

– DOLORE AI DENTI DEL GIUDIZIO: associato a malattie cardiache, coronariche e a difetti congeniti.

error: Contenuto protetto da copyrigth