Non perdere tempo provando a convincere chi non vuole ascoltarti. Leggi la parabola della tigre e l’asino

Non perdere tempo provando a convincere chi non vuole ascoltarti. Leggi la parabola della tigre e l’asino

Perdere tempo in alterchi verbali inutili è una pratica piuttosto comune al giorno d’oggi.

Infatti, non è rara la situazione nella quale, essendo evidentemente dalla parte della ragione, si cerca in tutti i modi di far capire all’altra persona dove sta sbagliando.

perdere tempo

Molto spesso, però, questi tentativi di convincimento finiscono vanamente, in quanto l’interlocutore si rifiuta di ascoltare qualsiasi versione contraria alla sua tesi.

Non è importante quanto sia intelligente e dettagliata la vostra spiegazione, non conta quanto siano fondate le prove atte a supportare la vostra opinione:

Non riuscirai mai a convincere una persona che si rifiuta a priori di stare a sentirti.

A tal proposito, voglio lasciarti alla lettura di questa breve parabola. Leggila fino in fondo e cerca di fare tua la morale che ne segue. Spero che, al termine della lettura, tu possa capire quanto è importante smetterla di perdere tempo con le persone accecate dall’orgoglio.

LA PARABOLA DELLA TIGRE E L’ASINO

– “L’erba è blu“, disse l’asino.

– “No, l’erba è palesemente verde“, rispose seccata la tigre.

La discussione si accese e, pertanto, i due decisero di sottoporla ad arbitrato. Si accordarono di porre il quesito dinnanzi al re della giungla, il leone, il cui verdetto avrebbe decretato la verità.

Una volta giunti dinnanzi al suo trono, sul quale era comodamente seduto, l’asino gli domandò energicamente:

– “Vostra Altezza, è vero che l’erba è blu? Glielo dica alla tigre, perché è ottusa e non riesce proprio a capirlo!”

Il leone, dopo aver rivolto un rapido sguardo ad entrambe le creature, sentenziò:

– “Ha ragione l’asino. L’erba è blu!”

L’asino, dopo aver guardato la tigre dall’alto verso il basso, disse a sua maestà:

– “La tigre mi infastidisce perché continua a dire il contrario. Le chiedo gentilmente di punirla”.

A quel punto, il re rispose pronunciando le seguenti parole:

– “La tigre sarà punita, e la sua punizione consisterà in 5 anni di silenzio.”

All’udire del verdetto, l’asino cominciò a saltare felice e soddisfatto. Dopodiché, se ne andò trottando ripetendo ad alta voce le seguenti parole:

– “L’erba è blu”.

La tigre non oppose resistenza e accettò la sua punizione. Tuttavia, una volta rimasta sola con il re non poté fare a meno di esternargli il suo dubbio:

– “Sua Maestà, perché mi ha punito? Dopotutto, l’erba è verde, lo sa benissimo anche lei.”

– “Beh si, in realtà l’erba è verde. Però posso accettare l’errore dell’asino, non di certo il tuo. Non tollero che una creatura del tuo calibro, così intelligente e coraggiosa, perda tempo discutendo con un asino e mettendosi al suo livello”.

NON PERDERE TEMPO CON CHI SI RIFIUTA DI VEDERE

Litigare con chi non si preoccupa della verità, ma solamente della sua vittoria, vuol dire semplicemente perdere tempo.

Non cimentarti mai in discussioni che non hanno senso. Il mondo è pieno di persone che, indipendentemente da quanto poco senso abbiano le loro opinioni, continueranno sempre e comunque a portarle avanti.

Chi è accecato dall’ego non è in grado di capire, in quanto interessato solamente a uscire vincitore dalla discussione. Ricordati che quando l’ignoranza urla, l’intelligenza tace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da copyrigth