Intestino infiammato. Ecco i segnali importanti da non sottovalutare:

Intestino infiammato. Ecco i segnali importanti da non sottovalutare:

L’intestino infiammato è un fastidio che colpisce gran parte della popolazione.

Scopriamo qui di seguito quali sono i sintomi, le cause e i rimedi atti a lenire questo disagio particolarmente diffuso oggigiorno.

I SINTOMI

Il costante gonfiore/dolore addominale – con annessa sensazione di pesantezza-, il frequente meteorismo e il continuo alternarsi di stipsi e diarrea (si soffre di stitichezza quando il colon lavora troppo lentamente e le feci si induriscono, mentre di diarrea quando l’intestino si contrae troppo velocemente e in maniera irregolare, favorendo così l’evacuazione di escrementi eccessivamente molli) sono i segni più evidenti e distintivi di un’infiammazione intestinale.

Ma non sono gli unici.

Difatti, vi sono anche altri sintomi che potrebbero rimandare a un intestino infiammato.

Eccoli qui di seguito:

– muco o sangue nelle feci;

– difficoltà a digerire;

– febbre frequente;

– eritemi;

– dermatite;

– artrite;

– infiammazione agli occhi;

– perdita del peso corporeo;

– difficoltà nell’addormentarsi;

– mal di schiena;

– frequenti mal di testa;

– afte.

QUALI POSSONO ESSERE LE CAUSE DI UN INTESTINO INFIAMMATO?

Tendenzialmente, l’intestino si infiamma per via di un piano alimentare scorretto o per uno stile di vita troppo stressante.

Nello specifico, le cause più comuni di una infiammazione intestinale sono:

– lo stress;

– la celiachia;

– l’intolleranza al lattosio;

– altre tipologie di intolleranze alimentari.

Un intestino infiammato, se trascurato troppo a lungo, può creare disagi invalidanti e rendere difficile lo svolgimento delle più comuni attività giornaliere.

Dunque, il minimo che ognuno di noi può fare è andare fino in fondo al problema e, mediante le procedure di controllo medico, capire cosa origina il disagio.

Oltre a questo, possiamo e dobbiamo controllare maggiormente il nostro regime alimentare e tentare di ridurre/cancellare ogni fattore di stress.

I RIMEDI UTILI A UN INTESTINO INFIAMMATO

Un valido aiuto può arrivare dai fermenti lattici probiotici, che sono in grado di ridurre il gonfiore addominale, le flatulenze e i dolori alla pancia, ristabilendo così il benessere intestinale.

Sul fronte alimentare, invece, occorre stilare due liste differenti: una relativa agli alimenti idonei al benessere intestinale e un’altra riportante quelli che andrebbero evitati.

ALIMENTI CHE ANDREBBERO ASSUNTI PIÙ SPESSO:

– cereali;

– pesce;

– carne bianca;

– mele e banane;

– patate;

– carote.

N.B: è importante prediligere le cotture al vapore, la bollitura o le grigliate.

ALIMENTI CHE ANDREBBERO ASSUNTI MENO SPESSO:

– tutto ciò che contiene il lattosio (dato che tale sostanza è responsabile degli episodi di diarrea e gonfiore);

– peperoncino;

– caffè;

– cacao;

– cibi fritti;

– alcol;

– anguria e kiwi.

N.B: è importante evitare i condimenti troppo speziati.

error: Contenuto protetto da copyrigth