“Il giorno in cui smetterai di viaggiare sarai arrivato”, il detto giapponese per ritrovare sé stessi e fare pace con il mondo

“Il giorno in cui smetterai di viaggiare sarai arrivato”, il detto giapponese per ritrovare sé stessi e fare pace con il mondo

Nasciamo che non conosciamo e moriamo che pensiamo di conoscere. Ogni essere umano, nel corso del suo cammino, tende a perdersi, a smarrire la propria essenza per conformarsi, invece, a ciò che vede e sente. Succede che, per riuscire a ritrovare sé stessi, bisogna necessariamente iniziare a pensare diversamente… ad agire differentemente dalla massa.

Ma come si può arrivare a fare questo?

La risposta è una soltanto: svegliandosi dallo stato di ubriachezza in cui ci si ritrova ed aprire veramente gli occhi. Questo è l’unico modo per riuscire a ritrovare sé stessi e conseguire la pace dell’anima.

ritrovare sé stessi

IL PROCESSO DEL RISVEGLIO INTERIORE

Quando aprirai gli occhi, quando finalmente raggiungerai lo stato di consapevolezza tutto ti sarà più chiaro. Quella nube scura di preoccupazione e malinconia lascerà spazio ai caldi raggi del Sole, e tutto inizierà a sembrarti più limpido e trasparente.

Vedrai la realtà per ciò che è realmente, e non per come ti è sempre apparsa. Ti renderai conto dell’importanza del “qui e ora”, dell’importanza di non attendere un miracolo che mai si realizzerà.

RITROVARE SÉ STESSI SIGNIFICA VEDERE OLTRE LE APPARENZE

Forse non lo sai, ma quando smetterai di cercare ossessivamente la felicità, sarà il momento in cui verrà lei a trovarti. Molti di noi credono che, per essere felici, serva qualcosa di eclatante, come una casa grossa, un ricco conto in banca, una macchina lussuosa o un bel partner.

Ma tutto ciò è estremamente fuorviante. Quando smetterai di viaggiare con la mente e ti fermerai a riflettere, vorrà dire che starai distruggendo il castello di carta che la società ti ha imposto di costruire.

Perché possiedi tutto ciò che ti serve per stare bene, dentro di te hai tutti i mezzi necessari per vivere una vita felice. Ma questo ancora non sei riuscito a comprenderlo. Quando smetterai di focalizzarti su ciò che non possiedi, quando smetterai di paragonarti agli altri, quando smetterai di sopravvalutare il giudizio della gente, ecco che ti libererai.

La magia del risveglio avverrà, e finalmente riuscirai a cogliere il significato trascendentale e magico della vita. La monotonia e la noia spariranno, e sai perché? Perché avrai aperto nel frattempo gli occhi, avrai cambiato il tuo punto di vista e potrai finalmente vedere il mondo sotto una nuova prospettiva.

ritrovare sé stessi

SORRIDI, PERCHÉ PUOI ESSERE FELICE GIÀ DA OGGI

Ciò che prima davi per scontato e non ti suscitava emozioni, come un albero, uno scoiattolo, un fiore o un sorriso, inizierà d’un tratto a suscitare in te qualcosa di profondo. Toccherà corde mai toccate prime.

La tua anima vibrerà emanando una sinfonia armoniosa, e il tuo corpo e la tua mente inizieranno a danzare ad un ritmo meraviglioso, ovvero al ritmo della vita. Ed è solo a quel punto che potrai capire che la vera felicità non si nasconde dietro alla fortuna, ai lussuosi beni materiali, o dietro ad una superlativa reputazione.

Quelle sono solamente vampate di gioia effimera che, presto o tardi, svaniranno nel nulla. La vera felicità, quella perenne e indissolubile, quella che non dipende da circostanze o fattori esterni, è una condizione dell’animo, è una sana abitudine improntata alla positività e all’ottimismo.

E la vuoi sapere una cosa? La potrai trovare solamente dentro di te. Infine, voglio ricordati solamente un’ultima cosa: smettila di guardare il mondo attraverso il filtro dei tuoi occhi ed inizia a guardarlo attraverso la purezza della tua anima. Perché se riuscirai a fare questo, avrai finalmente ritrovato la tua vera essenza…

Se riuscirai a raggiungere questo traguardo, sarai finalmente in pace con il mondo intero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da copyrigth