Fai attenzione alle parole che usi in casa tua, possono essere una condanna:

Fai attenzione alle parole che usi in casa tua, possono essere una condanna:

Presta attenzione alle parole che usi, specie se le pronunci dentro la tua abitazione.

Difatti, può sembrare assurdo ma l’ambiente in cui viviamo assorbe le vibrazioni che noi esseri umani (in quanto illimitate fonti di energia) emettiamo nell’aria.


attenzione ale parole che usi

L’IMPORTANZA DEL FATTORE “SUONO”

Ricordati che il motore della vita è composto anche dalle parole, dai suoni, dalle frequenze e dalle vibrazioni. Pertanto, se desideri un motore discretamente funzionante, occorre modulare ciò che la tua bocca pronuncia.

Esistono parole buie capaci di portare maleficio, disgrazie, sfortuna e infelicità, così come ne esistono altre luminose capaci di attrarre prosperità, felicità e pace.

La saggezza sta proprio nel saper discernere le une dalle altre. Vediamo assieme quali sono le parole la cui pronuncia è assolutamente sconsigliata.

ATTENZIONE ALLE PAROLE CHE USI ALL’INTERNO DELLA TUA CASA

Persino i muri della tua abitazione hanno dei ricordi.

Qualsiasi parola negativa pronunciata d’istinto in un momento di collera o agitazione, infatti, imbratta l’atmosfera casalinga, tingendola di un colore macabro e infelice. Vediamo assieme quali espressioni è meglio evitare:

“DANNAZIONE!”

È una chiamata involontaria alle maledizioni. È come se gettassi loro l’amo e le invitassi a casa tua. Ovviamente tu non vuoi questo. Perciò ti consiglio di evitare questo termine.

ATTENZIONE ALLE PAROLE CHE USI: “DISGRAZIA”

È una sollecitazione inconscia al fatalismo, una tacita sottomissione al suo volere e alla sua forza.

Mostrati sempre forte e con la testa ben alta, in modo tale da non evocare la rassegnazione e la passività e non precipitare nel burrone del “disordine e dell’incontrollato”.

ATTENZIONE ALLE PAROLE CHE USI: “MERDA!”

É una richiesta inconscia di connessione con il marcio della vita, con il brutto, il malvagio, il dolore e le avversità.

Se vuoi rimanere connesso con il bello della vita, ti consiglio di non pronunciare questa parola.

“MISERABILE”

Pronunciando questa parola si crea involontariamente un meccanismo improntato alla sfortuna.

Ogni volta che verrà pronunciata questa breve frase, “l’Abbondanza” perderà potere e lo cederà, passo dopo passo, esclamazione dopo esclamazione, alla “Pochezza” e alla “Scarsità”.

Sei vuoi vivere una vita prospera e fortunata, ti consiglio dunque di eliminare questa parola dal tuo vocabolario.

Vi sono moltissime altre frasi negative che pronunciamo nella vita di tutti i giorni, come ad esempio:

-sono disperato;

-perché capitano tutta a me?

– che vita difficile!

– non sono capace.

Ma potremmo andare avanti all’infinito.

Sii dunque responsabile della tua lingua, onde evitare di diventare schiavo delle tue parole. Anziché imprecare, prova a benedire.

Evita di esprimere giudizi e parole che non vorresti mai si materializzassero nel tuo mondo.

Ricordati che le parole negative generano carenze, malattie, difficoltà e sofferenza. Al contrario, quelle positive e intrise di gratitudine generano amore, gioia, abbondanza, salute e serenità.

E tieni conto che ogni tua parola, a seconda della sua entità, genera effetti non solo su di te, ma anche su ogni singola persona che vive sotto il tuo stesso tetto.

Tutto è energia… Non ti resta che decidere come utilizzarla.

error: Contenuto protetto da copyrigth