Esercizio di visualizzazione. La mente è come l’acqua: quando è agitata diventa difficile vedere

Esercizio di visualizzazione. La mente è come l’acqua: quando è agitata diventa difficile vedere

Questo esercizio di visualizzazione è particolarmente utile per placare i momenti d’ira o gli attacchi d’ansia.

Tutto ciò che dovrai visualizzare ti verrà spiegato qui di seguito e, come avrai già capito dal titolo, questa pratica mentale ha come punto focale il mare.

esercizio di visualizzazione

IL MARE: UN AMBIENTE A TRATTI MAGICO

Il mare è uno dei fenomeni naturali più apprezzati in assoluto e questo grande apprezzamento non è certo frutto del caso.

Vi sono tantissimi motivi per i quali è una metà così gettonata. Innanzitutto, non importa che le sue acque siano placide o mosse, poiché l’effetto sull’individuo sarà sempre lo stesso: calma assoluta, rilassatezza e commozione.

Il sale marino fluttuante nell’aria che sollecita il nostro olfatto e la soave melodia delle sue acque riprodotta in loop che accarezza i nostri timpani contribuiscono a rendere magica tale atmosfera.

ECCO COSA TI SERVE PER PRATICARE CON SUCCESSO L’ ESERCIZIO DI VISUALIZZAZIONE:

Per i motivi precedentemente menzionati, abbiamo pensato di porre il mare al centro di questo potente esercizio di visualizzazione.

Se ti trovi a leggere questo articolo deduco che il tuo animo sia in tempesta e che tu stia cercando una valida soluzione per placarlo.

Pertanto, procediamo con la visualizzazione mentale. Prima di iniziare, però, ho bisogno di chiederti tre cose: Ricerca un posto tranquillo e silenzioso, mettiti in una posizione comoda e rilassante e chiudi gli occhi mentre la esegui.

IL POTENTE ESERCIZIO DI VISUALIZZAZIONE

“Vorrei che immaginassi l’acqua del mare, in estate, ed un ambiente silenzioso e solitario.  Visualizza nella tua mente il momento in cui il tuo corpo entra lentamente nell’acqua e la sabbia, posta sotto ai tuoi piedi, inizia ad alzarsi.

Più cammini dentro l’acqua e più la sabbia si alza, creando un grande polverone che ti impedisce di vederti i piedi.  

Ecco: la tua mente è proprio come l’acqua di quel mare e la sabbia che si continua a sollevare sono i tuoi pensieri.

La soluzione, ovvero vedere i tuoi piedi, sarà impossibile da raggiungere se continuerai a camminare e quindi ad alzare la sabbia sul fondale. Per giungere alla soluzione ti devi fermare, devi placare i tuoi pensieri.

Immaginati adesso in piedi, poco distante dalla riva, con l’acqua che ti lambisce le ginocchia. Sei immobile e stai aspettando che la sabbia, dolcemente, si depositi nuovamente sul fondo del mare.

Il silenzio regna sovrano e attorno a te vige una grande calma. Non stai parlando con nessuno e ti stai godendo il momento. Era tanto che non provavi una sensazione di relax e armonia così intensa.

Non stai pensando al passato né ti stai facendo paranoie sul domani che verrà. Sei concentrato totalmente sul momento presente… ti stai vivendo l’attimo e ne assapori ogni suo istante.

Inspira ed espira, profondamente e lentamente, continua a farlo senza affrettare l’atto. La sabbia dei tuoi pensieri si sta depositando sul fondo del mare. L’acqua della tua mente è tornata finalmente limpida. La soluzione ora la vedi, è proprio sotto i tuoi occhi.

Il tuo spirito non è più in tempesta… è tornata la quiete al suo interno. Hai finalmente ripreso il controllo di te stesso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da copyrigth