Ecco perché devi assolutamente calmare la rabbia. Leggi il racconto del pensatore indiano

Ecco perché devi assolutamente calmare la rabbia. Leggi il racconto del pensatore indiano

Per riuscire a calmare la rabbia è necessario disporre di un grande autocontrollo, prerogativa molto rara al giorno d’oggi. Questo perché risulta molto più semplice far prevalere la parte istintiva sulla parte razionale, seguire l’istinto piuttosto che la ragione.

Quando ci arrabbiamo, tendiamo ad esporre le nostre motivazioni nella maniera più sbagliata ed aggressiva possibile, emanando nell’aria un notevole quantitativo di vibrazioni negative.

calmare la rabbia

Succede spesso che, dinnanzi all’incapacità di controllare le parole, si dicano cose pesanti ed offensive, con il rischio poi di potersene pentire. Non tutti riescono a capire che, molte volte, la violenza verbale può ferire ancor più profondamente rispetto alla violenza fisica.

Dunque, se fatichi a calmare la rabbia e a trattenere le brutte parole, ti consigliamo di leggere, qui di seguito, il racconto del pensatore indiano.

IL RACCONTO

Un giorno, nel bel mezzo di una seduta spirituale, il pensatore indiano fece una domanda ai suoi discepoli:

– “Perché, secondo voi, le persone gridano quando sono arrabbiate?”

– “A parer mio gridano perché vogliono prevaricare le une sulle altre” rispose uno di loro.

– “Ma perché gridare se la persona le sta accanto?” disse nuovamente il pensatore.

“Secondo me gridano perché pretendono che l’altra persona le ascolti” replicò un altro discepolo.

Prontamente, il maestro tornò a domandare:

– “Perché allora non si limitano a parlare a voce bassa?”

Molte altre risposte furono date, ma nessuna di queste convinse appieno il pensatore. Dopo un breve momento di silenzio, fu ancora il maestro indiano a prendere la parola:

– “Io credo che quando due persone si arrabbiano, automaticamente i loro cuori si distaccano. È per questo che le persone arrabbiate gridano, per riuscire a coprire questa distanza e farsi ascoltare. Tanto più sono arrabbiate, tanto più forte devono gridare per riuscirsi a sentire.

Avete mai fatto caso a ciò che succede quando due persone sono innamorate? Loro non gridano, parlano soavemente. E perché questo? Perché i loro cuori sono molto vicini. La distanza tra loro è veramente impercettibile.

A volte i loro cuori sono talmente vicini che non hanno nemmeno bisogno di parlare… semplicemente sussurrano. E quando l’amore supera anche questo livello, non è nemmeno più necessario sussurrare, perché basta semplicemente guardarsi. I loro cuori si intendono a partire da un semplice sguardo”.

L’IMPORTANZA DI SAPER CALMARE LA RABBIA

La prossima volta che vi capiterà di discutere, non permettete ai vostri cuori di allontanarsi. Non pronunciate determinate parole, perché altrimenti potreste aumentare ulteriormente questa distanza, sino ad arrivare al punto di non riuscirvi più a sentire.

Potreste arrivare, un giorno, a creare una distanza tale da smarrire l’orientamento, perdendo così di vista la strada del ritorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da copyrigth