Ecco come imparare ad essere felice senza dipendere da nessuno

Ecco come imparare ad essere felice senza dipendere da nessuno

Non dipendere da nessuno significa conservare la luce dentro di sé indipendentemente dalle avversità e dagli imprevisti esterni.

La parola “indipendenza”, solitamente, viene utilizzata troppo superficialmente.

dipendere da nessuno

DIPENDIAMO COSTANTEMENTE DA QUALCOS’ALTRO. MA LA LUCE IN FONDO AL TUNNEL SIAMO PROPRIO NOI

La realtà è che la prerogativa che accomuna la quasi totalità delle persone è l’esatto opposto, ovvero la dipendenza. Il nostro umore, le nostre sensazioni e, più in generale, la nostra felicità sono infatti condizionati da qualcuno/qualcos’altro.

Lo dimostra il fatto che se non ci troviamo nella situazione a noi più congeniale o a contatto con le persone che desideriamo, tendiamo a rassegnarci e a spegnerci. Tuttavia, lascia che ti dica una cosa:

La felicità è come una fiamma e le persone esterne fungono da combustibile. Esse, come la legna, possono aiutarti a tenerla viva e, in alcuni casi, riescono addirittura a farla divampare. Tuttavia, solamente tu puoi accenderla.

NON ABITUARTI A NESSUNO. NON DIPENDERE DA NESSUNO, SE NON DA TE STESSO

Come preannunciato nel titolo dell’articolo, vogliamo indicarvi qui di seguito 2 “regole” non scritte da seguire, qualora si desiderasse ambire alla tanto agognata “indipendenza”. Eccole qua:

1. SOLO TU SEI L’ARTEFICE DEL TUO DESTINO. ECCO PERCHÉ NON PUOI DIPENDERE DA NESSUNO

La fiducia verso il prossimo è un aspetto fondamentale per il buon funzionamento del mondo. Tuttavia, è importante chiarire un concetto:

Indipendentemente da quanto bene ti vogliano le persone circostanti e da quanto tu ti possa fidare di loro, nessuno mai creerà per te la situazione adatta alla tua forma della felicità.

Chi ti ama può darti degli ottimi consigli, chi ti detesta può provare a farti crollare con parole pesanti e demotivanti e gli imprevisti possono ostacolare il tuo cammino.

Ma credimi, se desideri qualcosa realmente, se il raggiungimento di quell’obiettivo lo reputi importante tanto quanto l’ossigeno che respiri, allora niente e nessuno potrà cambiare l’esito dei tuoi tentativi.

La tua volontà, la tua tenacia, il tuo amor proprio e la tua consapevolezza sono doti concretamente presenti, che tu stesso puoi percepire e accarezzare, ma che nessun altro potrà mai scalfire, almeno che tu non glielo permetta.

Perciò smettila di attendere un miracolo e inizia ad agire. Non contare sugli altri, perché la chiave in grado di aprire la porta della felicità risiede in te.

2. ASCOLTA TUTTO, MA DAI RETTA SOLAMENTE AL TUO SESTO SENSO

Le persone parlano tanto, spesso straparlano, semplicemente per dare sfoggio di sé e mettersi al centro dell’attenzione.

Siamo arrivati al punto che la gente non ascolta per capirti, ma per replicare e dire la sua.

Le conversazioni spesso non sono costruttive, poiché l’unico scopo dell’interlocutore con cui ci si confronta, almeno nel 50% dei casi (ed è tantissimo), è quello di uscirne vincitore ed imporre la propria ragione.

E allora devi essere consapevole di ciò e dare meno peso alle parole altrui, perché possono ferire come delle vere e proprie armi.

Ti consiglio dunque di costruire la tua “armatura”, che non dev’essere un peso da indossare ma, al contrario, una sorta di liberazione atta a garantirti uno stato di sana leggerezza mentale. Lascia correre e non focalizzarti su tutto ciò che ti viene detto.

Non permettere ai malintenzionati di entrare liberamente in casa tua e di metterla a soqquadro. Gioca d’anticipo e tutelati con la consapevolezza.

Pesa le parole in funzione della persona che ti sta davanti e non dipendere da nessuno in particolare, se non da te stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da copyrigth