Cosa vedi a primo impatto? Sto per farti conoscere una verità amara ma necessaria:

Cosa vedi a primo impatto? Sto per farti conoscere una verità amara ma necessaria:

Una verità amara ma sincera è molto meglio di una mezza verità o di una bugia apparentemente dolci.

In virtù di ciò, voglio che tu sappia questa cosa.


SE DI PRIMO ACCHITO HAI VISTO LA TESTA DI UN CANE

Sei una persona che ha bisogno di rallentare il ritmo delle sue giornate, di gustarsi le piccole cose e apprezzare maggiormente la semplicità.

Hai bisogno di maggiore presenza mentale, di immergerti nel momento presente e lasciare fuori dalla stanza della tua anima le paranoie e le preoccupazioni, proprio come fanno i nostri amici pelosi.

Ti dico questo perché la negatività ti sta logorando dentro giorno dopo giorno. È una verità amara, lo so, ma prima la riconosci e meglio sarà per te. Inoltre, hai anche bisogno di credere maggiormente in te stesso.

Il più grande maestro, infatti, è già dentro di te: semplicemente ti occorre risvegliarlo e rendergli onore con la disciplina della conoscenza.

Quindi leggi, medita, cibati in modo sano e consapevole e vedrai che il tuo lato spirituale prenderà il sopravvento.

In questo modo, sarai condotto dinanzi a meraviglie inattese e vivrai letteralmente una nuova vita.

ECCO LA VERITÀ AMARA CHE DEVI CONOSCERE: SE DI PRIMO ACCHITO TI È SEMBRATO DI VEDERE UN RICCIO:

Sei una persona che ha subito parecchi traumi nel passato e, pertanto, hai costruito una corazza per proteggerti dal cinismo del mondo esteriore.

Ti sei chiuso a riccio.

Ormai ti fidi veramente poco delle persone, eppure quando trovi qualcuno che reputi speciale – e che ti sa prendere – rompi il ghiaccio e lo fai entrare dritto nella stanza del tuo cuore.

È anche a causa di questa tua “incapacità” nel domare il fuoco del tuo amore che hai così tanta paura di legarti a qualcuno.

Perciò, questo è il messaggio che ti voglio dedicare: lasciati andare maggiormente, perché tutto fa vita, le belle esperienze come le brutte.

Le prime ti faranno toccare con mano la felicità, mentre le seconde – seppur apparentemente inutili e fuorvianti – ti forniranno la consapevolezza e la saggezza per uscire da qualsiasi tunnel buio dentro cui, inevitabilmente, ti capiterà di perderti nel corso del tuo cammino.

error: Contenuto protetto da copyrigth