Come allontanare le energie negative per sempre

Come allontanare le energie negative per sempre

Le persone infelici e piene di energie negative le riconosci subito. Le noti dallo sguardo spento, dalla testa rivolta sempre verso il basso, dall’abitudine di sorridere forzatamente e dal tono malinconico della loro voce. Indipendentemente che una persona sia felice o infelice, essa lascerà comunque nell’aria un’energia particolare, riconoscibile agli occhi di tutti.

Spesso chi si sente sopraffatto dal malessere, dall’insoddisfazione ed energie negative non ne conosce il reale motivo.

trappole mentali

Semplicemente si ritrova ad essere schiavo del dolore, in balia di uno stato d’animo che, giorno dopo giorno, tende a schiacciarlo sempre di più. Molte volte è l’ambiente circostante (assieme alle persone che lo popolano) ad esercitare una notevole influenza sul nostro umore e sulle nostre aspettative.

La maggior parte di noi, infatti, non riesce a filtrare adeguatamente i migliaia di stimoli che, ogni giorno, influenzano la mente.

La conseguenza di ciò è una sensazione di smarrimento e di confusione mentale, tale da inficiare la nostra capacità di giudizio. Non riusciamo più a distinguere ciò che ci dà energia da ciò che ce la toglie, ciò che ci rende felici da ciò che ci rende infelici.

Nella stragrande maggioranza dei casi, però, siamo noi stessi i principali fomentatori della nostra infelicità, attraverso la costante ripetizione di queste 5 abitudini:

  1. VIVIAMO PER L’APPROVAZIONE ALTRUI

È insita nella natura umana la necessità di sentirsi accettati. Tuttavia, quando questa necessità diviene una vera e propria ossessione, ecco che iniziano a sorgere i veri problemi. Vivere per compiacere gli altri significa rinunciare inconsciamente alla propria libertà per sottoporsi al controllo altrui.

Se il giudizio esterno è in grado di stravolgerci l’umore, allora chiunque al di fuori di noi detiene il possesso della nostra felicità. Non puoi continuare a farti manovrare come se fossi un burattino. Sei tu il marionettista della tua vita e devi essere solamente tu a muovere i fili della tua felicità.

  1. VEDIAMO SEMPRE E SOLO IL BICCHIERE MEZZO VUOTO

La colpa più grossa che una persona infelice può avere è quella di vedere sempre e solo il lato negativo delle cose. Abbiamo il brutto vizio di dare per scontato tutto ciò che di positivo illumina la nostra vita, concentrandoci solamente su ciò che invece ci rattrista.

Ma il punto di partenza per poterci costruire una vita stabile e felice sta proprio nell’ iniziare a godere di ciò che abbiamo. È fondamentale, infatti, abituarsi a valorizzare ciò che ci fa stare bene, onde evitare di accorgersi troppo tardi della sua importanza.

  1. DIAMO TROPPO VALORE AI BENI MATERIALI

La differenza principale tra una persona felice ed una infelice è racchiusa nel concetto di ricchezza. Si crede, infatti, che la persona ricca sia quella con grandi possedimenti, quando invece non c’è persona più ricca di quella con poche necessità.

È molto importante distinguere ciò che realmente conta dal superfluo.

Tutti i beni materiali, per quanto alle volte molto utili, rimangano comunque delle cose, degli oggetti inanimati privi di alcuna emozione. Rovinarsi la giornata per una riga alla macchina, per un cellulare caduto, per un bicchiere o un piatto rotto non ha alcun senso. Sono situazioni che capitano e che continueranno a capitare.

Cerca di attribuire il giusto peso ai beni materiali, perché è proprio dal loro morboso attaccamento che scaturisce il distacco sociale.

VELENI

  1. RICERCHIAMO OSSESSIVAMENTE LA PERFEZIONE

La nostra natura incontentabile rappresenta un’arma a doppio taglio. Da un lato ci stimola a progredire e ad evolverci continuamente, ma dall’altro ci renderà perennemente insoddisfatti ed infelici.

Il fatto è che la perfezione non esiste e provando ossessivamente a raggiungerla si andrà inevitabilmente incontro al fallimento e alla frustrazione. Perciò, impara ad accettare l’idea che non puoi fare tutto alla perfezione e ricorda che errare è umano.

  1. CI PARAGONIAMO CONTINUAMENTE AGLI ALTRI

L’ego rappresenta un enorme scoglio contro cui infrangersi. L’inconscia volontà di prevalere ci rende molto spesso propensi al confronto, ma è proprio facendo ciò che insorgono al nostro interno dubbi e insicurezze.

Troveremo sempre qualcuno migliore di noi in qualcosa, ma ciò non vuol dire che il nostro valore debba essere ridimensionato. L’atteggiamento mentale corretto non è certo quello di screditare qualcun altro per innalzare sé stessi.

Ricordati che l’invidia e la cattiveria rappresentano solamente l’anticamera dell’infelicità.

Ciò che bisognerebbe fare, invece, è riconoscere le qualità di una persona e ispirarsi ad esse per migliorare le proprie.Cambia prospettiva e sfrutta la vicinanza con la gente per apprendere cose nuove, in modo tale da innalzare la qualità della tua persona.

Ed ora tira su la testa, respira profondamente e fai un bel sorriso: il viaggio verso la tua felicità è solo all’inizio.

Ecco 4 guide spirituali che ti proteggono in ogni momento. Qual è la tua?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da copyrigth