5 segnali che hai un livello di zuccheri molto alto nel sangue:

5 segnali che hai un livello di zuccheri molto alto nel sangue:

Al giorno d’oggi è facile tenere monitorato il livello di zuccheri presente nel nostro sangue.

L’esame della glicemia, infatti, ci dà delle indicazioni molto precise sui livelli di glucosio e, in tal modo, ci consente di intervenire per compensare eventuali deficit/surplus.

IL LIVELLO OTTIMALE DI GLUCOSIO NEL SANGUE

Affinché si possa parlare di “livello ottimale”, gli zuccheri, in una condizione di digiuno, devono essere presenti nel sangue in quantità non inferiori ai 70 mg/dl (milligrammi per decilitro) e non superiori ai 99 mg/dl.

L’intervallo di valori entro cui bisogna stare, insomma, è il seguente: 70-99 mg/dl.

Pertanto, se a digiuno la glicemia è più bassa vuol dire che ti trovi in una condizione di ipoglicemia (frequenti sono i giramenti di testa);

invece, se a digiuno hai un livello di glicemia nel sangue che eccede il valore massimo dell’intervallo poc’anzi citato ma, al tempo stesso, non eccede i 125 mg/dl, vuol dire che ti trovi in una condizione denominata “alterata glicemia a digiuno” (in tal caso ti consiglio una chiacchierata con il tuo medico e, per scrupolo, anche con un nutrizionista).

Invece, quando la glicemia supera i 126 mg/dl si parla di diabete.

LIVELLO DI ZUCCHERI MOLTO ALTO NEL SANGUE: IL DIABETE

Come anticipato un attimo fa, si ha il diabete quando il livello di zuccheri nel sangue eccede il limite considerato “tollerabile”.

Spesso questa malattia ha un esordio improvviso, sia negli adulti che nei bambini. Ecco qui i principali segnali che dovrebbero fungere da campanello d’allarme:

– sensazione di fame perennemente presente;

– sete esagerata;

– necessità continua di urinare;

– formicolii e brividi;

– perdita di peso improvvisa e immotivata;

– sonnolenza perenne e stanchezza immotivata;

– lento processo di guarigione delle ferite cutanee;

– improvviso disturbo della vista;

– frequenti sensazioni di nausea e vomito;

– cefalea persistente e problemi di concentrazione.

Se questo articolo ti è servito lascia un commento e condividilo con chi pensi possa averne bisogno.

error: Contenuto protetto da copyrigth